Lauretana

L’acqua Lauretana è un’acqua minimamente mineralizzata.

Il suo basso residuo fisso (14 mg/l) favorisce un’elevata diuresi, che aiuta l’organismo a eliminare i residui del metabolismo come urea e creatinina.

Lauretana appartiene alle cosiddette acque “dolci” e il suo consumo risulta ideale per la prevenzione dei calcoli renali.

Con un pH di 6.0, acqua Lauretana è indicata dagli esperti di chimica molecolare come “leggermente acida”: da un lato, aiuta la digestione, dall’altro, contribuisce a prevenire i processi di ossidazione.
Ma per calcolare l’effetto di un alimento sull’equilibrio acido-base dell’organismo non bisogna guardare il suo pH ma il cosiddetto potential renal acid load (PRAL). L’acqua Lauretana grazie alla sua particolare composizione ed al suo basso contenuto minerale è leggermente alcalinizzante (PRAL -0.7 mEq/d ) ma vicino alla neutralità, come nella sua natura di acqua leggera.

L’acqua Lauretana è povera di sodio (appena 0,88 mg/l) e dunque ideale per le diete iposodiche. Inoltre, stimola la diuresi e aiuta al contempo l’idratazione.

Fonte

Regione: Piemonte
Sorgente: Area idrogeologica del ghiacciaio del Monte Rosa
Tipo di Acqua: Minimamente mineralizzata
Temperatura dell'acqua alla sorgente: 9,6
Conducibilità elettrica specifica a 20°C: 15,2
pH: 6
Residuo fisso a 180°C: 14
Anidride carbonica libera: 2,8

Sostanze disciolte espresse in mg/l

Bicarbonati: 5,2
Calcio: 1,7
Cloruri: 0,44
Sodio: 0,88
Silice: 4,1
Magnesio: 0,44
Nitrati: 2,1
Potassio: 0,22
Fluoruro:
Solfato: 2,1
Stronzio:
Litio:
Durezza totale: 0,6
Ossigeno:
Test eseguito da: Università degli Studi di Torino Dipartimento chimica analitica
in data: 16 giugno 2020

Società: Lauretana S.p.A.
Gruppo:

Confronta

Ultimo Aggiornamento: 2023-04-27 05:16